laminato

Laminati

I pavimenti in laminato non sono parquet in legno, ma sono in grado di riprodurre fedelmente l’aspetto delle principali essenze legnose con risultati eccellenti sul piano estetico. I pavimenti in laminato rappresentano un’ottima soluzione per godere dell’effetto legno riducendo i costi e la manutenzione.
Un pavimento in laminato è un manufatto ligneo ottenuto mediante l’unione per pressoinfusione di diversi strati di materiale con funzioni e qualità differenti.

Il laminato si ottiene dalla composizione a strati per pressoinfusione di diversi materiali. L’elemento principale di un laminato, che ne assegna aspetto e carattere, è il pannello HDF (Higt Density Fibreboard) costituito da fibre di legno e da leganti a base resinosa. Il pannello HDF è l’anima del pavimento in laminato sul quale viene pressoinfusa una speciale carta che riproduce il decoro che il pavimento dovrà mostrare.

Nella stragrande maggioranza dei casi, il decoro di un pavimento in laminato riproduce le fattezze di un pavimento in legno. L’affinarsi della tecnologia di stampa fa in modo che il risultato finale imiti in modo perfetto l’effetto legno.
La tavola in laminato viene poi rivestita con un sottile film trasparente (overlay) composto da resine melaminiche, ossido di corindone e ossido di alluminio. Questa pellicola offre una grande protezione al calpestio, all’abrasione e all’usura senza modificare minimamente l’estetica del decoro.
Sul retro della tavola si applica un pannello controbilanciante per favorire il montaggio del pavimento e la stabilità.

Le tavole in laminato si dividono essenzialmente in due categorie in base al metodo di realizzazione: laminato HPL (High pressure Laminated) e laminato DPL (Direct Pressure Laminated).

Il laminato HPL

Il laminato HPL si ottiene compattando i livelli con una procedura ad alta pressione e portando il materiale ad alte temperature. È, ad oggi, la tecnica più efficace per ottenere un laminato nel quale gli strati si mantengano solidi e indivisibili e ad alta resistenza superficiale. I laminati HPL sono i prodotti in laminato di maggior qualità e pregio sul mercato.

Laminato DPL

La lavorazione avviene pressando gli strati sul supporto principale in HDF. La pressione necessaria per il trattamento DPL è inferiore rispetto a quella necessaria per l’HPL. Il prodotto che si ottiene è più economico rispetto all’HPL, ma garantisce comunque una resistenza di anche vent’anni. La procedura per il laminato DPL è regolamentata dalla Comunità Europea che garantisce un controllo di qualità sui prodotti.

Principali caratteristiche dei laminati

Il prezzo al metro quadrato di un pavimento in laminato è inferiore rispetto a quello di un pavimento in legno o in PVC. L’economicità del prodotto dipende dal tipo di lavorazione e dal materiale di cui è composto il prodotto e non va a scapito della qualità. La ricerca tecnologica sul laminato permette oggi di ottenere prodotti piacevoli, solidi e durevoli a prezzi contenuti.

Le pellicole multistrato che ricoprono le tavole in laminato (overlay) proteggono il pavimento da graffi e incisioni. Difendono la fibra centrale dal calpestio: i migliori laminati hanno più strati che limitano le scalfitture da parte di agenti esterni. I pavimenti in laminato sono particolarmente adatti per rivestire ambienti commerciali e spazi pubblici di grande passaggio. Il laminato è ottimo per il rivestimento di uffici, in quanto permette alle sedie di scorrere agevolmente sulle rotelle senza risentirne minimamente.

Il solido pannello centrale in fibra di legno (HDF) ricoperto dalle pellicole multistrato (overlay) fa in modo che le tavole in laminato non temano la caduta di oggetti o i danni causati da tacchi o piccole pietre. Per verificare la resistenza di un pannello in laminato potete fare affidamento alla sigla AC che accompagna il prodotto. I numeri che accompagnano la sigla indicano il grado crescente di resistenza del pavimento in laminato, AC6 rappresenta la qualità più elevata. La resistenza delle tavole in laminato dipende anche dal loro spessore, che mediamente va dai 7 ai 12 millimetri.

I pavimenti in laminato hanno un’ottima resistenza all’umidità. Sono formati da materiale non poroso e le pellicole superficiali non permettono all’acqua di raggiungere i livelli interni. Alcuni pavimenti in laminato prevedono un sistema di ancoraggio delle tavole che ne aumenta la stabilità e la robustezza tale da garantire un dissesto della posizione dovuto all’umidità quasi nullo.

I pavimenti in laminato non richiedono una manutenzione costante, non devono essere oliati o riassestati periodicamente. Possono essere puliti agevolmente senza preoccupazione di intaccare il materiale. Il sistema giunzione a incastro delle tavole impedisce la penetrazione dello sporco.

I pavimenti in laminato non sono soggetti al processo di ossidazione tipico del legno, per questo la tonalità di colore della pavimentazione non varia con il passare degli anni. Una volta scelto il colore adatto a voi resterà quello per sempre.

La posa di un pavimento in laminato, con i dovuti accorgimenti, può essere realizzata anche autonomamente. Il sistema ad incastro che unisce le tavole semplifica la posa e rende l’operazione intuitiva. Sempre più di frequente i pavimenti in laminato prevedono uno strato inferiore con proprietà insonorizzanti già integrato alle tavole, questo permette di posare direttamente le plance senza bisogno di rivestire la superficie  ed insonorizzarla.